mercoledì 10 gennaio 2018

Il mullah dove lo metto

All'epoca in cui venne chiusa l'inchiesta su Krekar, dopo vari anni d' indagini, trascrizioni e traduzioni, c'era l'esigenza su vari fronti di dare una stretta alle attività del funambolico mullah.
Il primo ministro norvegese soffriva gli attacchi delle opposizioni.
McGurk aveva bisogno di tenere buoni i curdi.
Il governo italiano voleva farsi bello con il decreto.
Tutte esigenze ormai venute a mancare.
Krekar è un personaggio scomodo.
Farebbe danni anche al carcere duro.
Sarebbe opportuno, in caso di condanna e se proprio la Norvegia non vuole tenerselo come scritto sui giornali locali in questi giorni, fare in modo di piazzarlo da qualche altra parte.

Foto Whitehouse Twitter

Nessun commento:

Posta un commento