venerdì 8 aprile 2016

Tronca balla

Sul fronte delle altre nomine, pare proprio che l’aspirante “Mister cyber crime”, Marco Carrai, si dovrà accontentare di un posto da consulente a 80mila euro l’anno. Insomma, hanno vinto i servizi segreti. E a proposito di servizi, all’Aisi (il servizio interno) sembra ormai fatta per il generale dei carabinieri Mario Parente, mentre traballa un po’ la poltrona di Alberto Manenti, anche per le difficoltà incontrate in Libia e in Egitto. Il capo del Dis, Giampiero Massolo, sarebbe invece vicino alla riconferma, anche se alla sua poltrona punta Francesco Paolo Tronca, commissario di Roma. Scelta praticamente fatta invece per la Guardia di Finanza, dove Renzi si sarebbe convinto a puntare tutto sul generale Giorgio Toschi.La Notiziagiornale

Hanno vinto quali servizi segreti ? Quello è il punto.

Il generale Manenti ha fatto quello che ha potuto con il pasticcio che si è trovato tra le mani e al quale lui comunque non era estraneo. Con il governo attuale e l'incertezza determinata dalle posizioni pilatesche assunte dagli Stati Uniti è pure troppo quello che ha fatto.
La gente che finalmente ha cacciato e che faceva analisi anche peggiori delle mie, chi l'ha voluta ?
Quei due muppet teleguidati dell'intervista a Repubblica, ammesso che esistano, da dove vengono ?
Siamo seri.
Il fatto stesso che si insista nel pensare alla nomina del prefetto Tronca per il Dis, la dice lunga sulle capacità di chi prende decisioni. Che alla fine non è Manenti.
Se fossi in lui me ne andrei sbattendo la porta . E' quello che certi da quelle parti si meritano.

Nessun commento:

Posta un commento